Michele spingerà le lancette Gucci

L’orologeria e la gioielleria per Gucci, rispetto alle altre categorie merceologiche, pesano in modo minore, ma la griffe ha la volontà, nel futuro, di puntare sempre di più su questo settore: “Il nostro direttore creativo Alessandro Michele – ha dichiarato a PambiancoNews Stéphane Linder, presidente e CEO di Gucci Timepieces and Jewelry – ama molto questo settore, e il nostro obiettivo, per il futuro, è quello di svilupparlo maggiormente”.

Il designer, infatti, forte di una creatività vulcanica, non si è solo limitato a riscrivere i codici stilistici della griffe a livello di abbigliamento e accessori, ma “ha introdotto la sua visione avanguardistica – ha continuato Linder – anche nella collezione di Gucci dedicata ai gioielli e agli orologi, e alcuni dei prodotti che presentiamo a questa edizione di Baselworld sono anche andati in passerella. Per esempio, sul quadrante ricamato del G-Timeless, è stata riportata l’ape, un simbolo identificativo dello stilista. Alcuni materiali, così come le suggestioni, sono stati trasferiti dalla moda all’orologeria e alla gioielleria. Abbiamo cercato di trovare un equilibrio tra la sua visione di Gucci, più moderna e allineata al gusto contemporaneo, e la tradizione dell’orologeria svizzera”.

Secondo Linder, il fenomeno degli smartwatch sta effettivamente scuotendo il mercato dell’orologeria, tanto che la stessa maison si è allineata a questa tendenza: “Ci sono molte cose che stanno cambiando, in particolar modo gli smartwatch sono da tenere d’occhio. Lo scorso anno, sempre qui a Baselworld, abbiamo iniziato la nostra partnership con la start up di Will.i.am per il primo connected watch di Gucci che sarà disponibile tra la fine di quest’anno e i primi mesi dell’anno prossimo”. Per fronteggiare la crisi del mercato, la chiave del successo è la creatività e la “capacità di proporre prodotti caratterizzati da una forte personalità, in modo da poter crescere anche in tempi non semplici. La situazione cinese ha pesato molto sull’andamento del mercato dell’orologeria, ma per la gioielleria si tratta di un discorso diverso: il mercato sta crescendo e abbiamo molte opportunità in questo settore”.

Fonte: http://www.pambianconews.com/

2016-05-25T22:26:29+00:00 24 Marzo 2016|orologi|